La nostra vecchia casa Splinder è prossima alla chiusura. E così dopo un veloce trasloco di Canto del Ramingo, eccoci qui. Come si può notare, ne abbiamo approfittato per dare una bella ridipinta alla grafica, e non solo. Anche i post sono suddivisi adesso per categorie, più facili da rintracciare a seconda dell’interesse. Sono più in vista le canzoni, e anche i video.

 

Siamo abituati dal nostro sistema e dai luoghi comuni a pensare che le cose passano, che c’è un’età tassativa per tutto, che come esseri umani attraversiamo delle fasi circoscritte e indiscutibili che si escludono a vicenda, nella crescita.

Questo blog è nato nel settembre 2006, a cammino già iniziato di un ragazzino di 16 anni. E nasceva per condividere pensieri, racconti e sogni da sentieri un pò diversi da quelli su cui siamo abituati a proiettarci. Nasceva non da una persona, ma attraverso di me dalle condivisioni, discussioni, confronti che c’erano con tanti altri amici, fratelli di viaggio. Con luoghi. Con storie.

 

Siamo a fine 2011, più di cinque anni dopo. Non cambierei una parola di quello che ho scritto, pensato, sognato. Direi le stesse cose – in effetti lo faccio – e continuerò. Altre parole, nuovi sentieri, fratelli di viaggio vecchi e nuovi, diverse sfumature, focalizzazioni più nette.

Sullo stesso sentiero, disposti ad attraversare qualsiasi terra vecchia e nuova ci si ponga davanti. Tutto allora può cambiare, senza paura, perchè canta nel profondo un’essenza che non si perde.

 

“La via prosegue senza fine,

lungi dall’uscio dal quale parte.

Ora la via è fuggita avanti,

devo inseguirla ad ogni costo.

Rincorrendola con piedi alati,

fino all’incrocio con una più larga,

dove si uniscono piste e sentieri.

E poi dove andrò? Nessuno lo sa”