Foto della pagina facebook Maurizio Pallante

 

Comprare qualcosa di nuovo dovrebbe essere sempre l’ultima spiaggia.

Prima aggiustare, riusare, prendere in prestito, scambiare, regalare, comprare usato. E comprare comunque il meno possibile.

Togliere dalla propria mente la sensazione di bisogno e di realizzazione legata al comprare qualcosa di più.

Esigere leggi contro l’obsolescenza programmata dei prodotti.

Esigere la scorporazione del costo dell’imballaggio (più ne compri, più ti accorgi di pagarlo).

Esigere la vendita di prodotti sfusi. Esigere il divieto di imballaggi non facilmente riciclabili. Esigere il vetro a rendere.

Esigere il ritorno a una umanità sensata.