STIAMO LAVORANDO PER DARE VITA AD UN CAMMINO SOCIALE DELLA VAL BORBERA.

Un Cammino Sociale è un itinerario di trekking di difficoltà accessibile, per conoscere a passo lento le bellezze e le storie di un territorio. Natura, storia e arte, cultura e tradizioni, e soprattutto le realtà virtuose che in questo territorio (r)esistono, come le cascine, le associazioni, le singole persone impegnate per la sua riscoperta o per la preservazione della memoria… tutte quelle realtà che ne valorizzano l’essenza in modo antico e nuovo.

Il Cammino Sociale della Val Borbera sarà un itinerario da percorrere in 7 giorni, che sfrutta sentieri già esistenti (come i percorsi CAI) e vecchie mulattiere ancora percorribili. Parte dalla stazione di Arquata Scrivia e disegna un anello irregolare, lungo circa 120 km, che attraversa oltre 30 borghi e coinvolge almeno 25 strutture ricettive esistenti. Sarà contrassegnato da un unico nome e potrà essere percorso seguendo una apposita guida edita in edizione cartacea e mobile. La guida conterrà non solamente le indicazioni di cammino e di pernottamento/ristorazione, ma anche le storie che il cammino può raccontare, favorendo la conoscenza e l’incontro reale tra camminatori e realtà virtuose della Val Borbera.

L’obiettivo di un Cammino Sociale è portare un turismo lento, sensibile e sostenibile alla scoperta di un territorio sconosciuto, ignorato, in via di spopolamento, ma che contiene bellezze e storie uniche in grado di stupire. Un secondo obiettivo è ricucire le frammentate realtà che abitano la valle attorno ad un nuovo senso di appartenenza e di identità: lo stesso cammino passa davanti alle nostre diverse case, le persone vengono per incontrarci tutti, perché danno valore a ciò che facciamo e al luogo che abitiamo, perché riescono a vedere il senso e la bellezza anche dove siamo rimasti in pochi, ispirandoci a guardare questa valle con altri occhi.

Un terzo obiettivo è incoraggiare le realtà virtuose della val Borbera a proseguire, crescere e sentirsi sostenute (anche economicamente) nelle loro attività; e al contempo incoraggiare i camminatori (spesso provenienti dalle città) a sentire che un altro modo di vivere è possibile, e che forse contribuire al ripopolamento di questi luoghi può essere la strada di qualcuno di loro.

Il vantaggio di sviluppare un Cammino Sociale è molteplice:

– si inserisce in un trend inequivocabile di crescita dei cammini in tutta Italia e in tutta Europa, producendo una nuova offerta ad una domanda crescente;

– attrae un tipo di turista sensibile, non invasivo, che si prende tempo per scoprire e che in molti casi ha piacere e possibilità di contribuire anche economicamente alle attività locali;

– realizzare il cammino così come è stato pensato presenta costi ridottissimi e alta fattibilità pratica nell’attrezzarlo;

– aiuta a destagionalizzare la presenza turistica in valle: i cammini sono frequentati solitamente da marzo a ottobre, non solamente nella stagione estiva;

– questo progetto si presta a connettersi facilmente con le altre iniziative sportive, gastronomiche e culturali già esistenti in valle durante l’anno, ma anche a realizzarne di nuove, per esempio aggiungere le indicazioni di percorso per chi volesse svolgerlo in mountain bike, rendere possibile l’affitto di un asino che accompagni l’esperienza del cammino, evidenziare i raccordi con altri cammini, anelli e giri lenti.

Per realizzare il Cammino come esperienza condivisa dal basso da più persone possibile, stiamo raccontando questo progetto e proponendo a chiunque sia interessato di darci una mano. Le cose da fare sono molte, e possiamo già contare su un gruppo di coordinamento costituito da diverse realtà, persone e professionisti amanti della Val Borbera, primo vero passo per un esito positivo. Non abbiamo tutte le risposte e le soluzioni definitive, abbiamo una bella idea, con un taglio preciso da preservare, e la determinazione di andare avanti a sperimentarla con tutti quelli che ci staranno. Ogni apporto di esperienza, conoscenza, risorse, confronto e creatività è il benvenuto. (Una volta al mese invio una newsletter per raccontare a che punto siamo e di cosa c’è  bisogno. Se vuoi riceverla iscriviti qui.)

Giacomo D’Alessandro

Referente per il Cammino Sociale del Borbera

+39 3492603547   giacomodale90 [at] gmail.com   Facebook WhatsApp


[foto di copertina di Luca D’Alessandro – Val Borbera in cammino, aprile 2017]